Il riso integrale è un alimento ricco e versatile e molto digeribile che contiene amido, ma anche una discreta quantità di proteine, vitamine del gruppo B, sali minerali (silicio, fosforo, potassio, magnesio), fibra grezza.
Perché dobbiamo mangiare riso integrale?
Per capire perché ricordatevi la seguente cosa: se pianto un chicco di riso integrale può nascere una piantina di riso. Invece, non nasce nulla da un chicco di riso raffinato!
Il riso integrale si presenta completo di crusca, germe ed endosperma e non provoca sbalzi eccessivi della glicemia. Se raffinato perde entrambi germe e crusca e rimane solo il nucleo di amidi. Questo determina un immediato rialzo della glicemia, uno stress per il corpo quando tale rialzo è molto elevato!
Come cucinare il riso per mantenere tutti i suoi nutrienti.
Potete lavare i chicchi per eliminare dei composti chiamati fitati. Questi composti sono utili perché legano i metalli pesanti presenti nel corpo e li eliminano; però, se mantenuti, i fitati impediscono l’assorbimento di minerali come calcio, ferro e zinco. Il riso ha proprietà curative, soprattutto perché ha una potente azione antinfiammatoria e aiuta il fegato a eliminare le tossine che si accumulano fisiologicamente nel corpo, favorendo la depurazione di tutto l’organismo.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.